Gestione - Orizzonte degli Eventi - Ricerca Intervento sul benessere e la salubrità nelle organizzazioni del lavoro

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:


La gestione dei processi
         

Per essere in grado di gestire il rischio psicosociale all’interno di un’impresa è necessario avere chiaro il concetto di salute aziendale.
Le aziende, come sistemi, contengono insiemi umani che determinano, in sintonia con ogni condizione soggettiva, la salute della totalità. Ciascun individuo, (parte del sistema) come specificato dalla Carta di Ottawa per la Promozione della Salute, ha il diritto di essere in uno stato di benessere, anche mentale. Ad esempio nei casi di vessazione sul lavoro le emozioni della persona vessata sono ambivalenti, possono esprimersi come rabbia reattiva e sensi di colpa passivi.
Se la complessità delle nuove emozioni non riesce ad essere elaborata dalla coscienza, rimanendo inconscia, può attrarre nel tempo l’archetipo del capro espiatorio. In questo modo, il nucleo potenziato dall’energia archetipica, produce un complesso in grado di attrarre per gravitazione una quantità tale di materiale inconscio da formare nei casi piu`gravi una vera e propria personalità alternativa (psicosi).
Solo un intervento di formazione attiva che sveli nel tempo queste dinamiche inconsce e`in grado di trasformare la forma distruttiva del conflitto in opportunità solidale. Ogni individuo tende naturalmente a ripercorrere inconsciamente il cammino della specie umana. In questo processo tutte le parti che compongono l’inconscio ricercano la propria forma armonica come spinte da una forza risonante diretta verso il miglioramento e l’evoluzione. Purtroppo molte influenze del contesto sono in grado di deviare o addirittura bloccare, anche per molto tempo, questa naturale tendenza.
La salute psichica del gruppo di lavoro è quindi determinata dalle capacità e dalla libertà d’interazione tra gli individui che nel loro svolgersi producono creativamente nuova coscienza. Il gruppo di lavoro deve riuscire a riconoscere la propria individualità (individuazione) accettando le soggettivita` come diversificate parti di Sè e del sistema gruppo (Simonini, Bruno, 2012).
Attraverso questo processo è possibile realizzare il miglioramento continuo della qualità dell’intero sistema implementando la salute relazionale degli operatori.



         Riferimenti bibliografici
      .
Carta di Ottawa per la Promozione della Salute - OMS - Ginevra 1986.     
        . Jung, C. G. (1993). La vita simbolica. Boringhieri.
        . Jung, C. G. (1980). Gli archetipi e l’inconscio collettivo. Boringhieri
        . Simonini F.; Bruno V. (2012). Valutazione e gestione del rischio da stress
          lavoro correlato. Rivista monografica, I Corsi; ed Wolkers Kluwer Italia.

 
Torna ai contenuti | Torna al menu